La carta verde copre anche i danni a cose

carta verde

La carta verde che ti permette una copertura assicurativa negli incidenti stradali che coinvolgano veicoli a motore immatricolati all’estero, comprende anche i danni alle cose trasportate.

In altre parole, la carta verde copre gli stessi danni della polizza nazionale cui è abbinata.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, terza sezione civile, nella sentenza n. 4669/2016: accogliendo il ricorso proposto da una società contro l’UCI.

La Cassazione fa chiarezza sulla Carta Verde.

I giudici confermano che la carta verde copre sia le lesioni fisiche alle persone sia i danni alle cose. Infatti, si applica l’articolo 2045 del codice civile, nonché l’articolo 128 del codice delle assicurazioni.

Cos’è la Carta Verde?

È il documento necessario per circolare con il proprio veicolo in un paese straniero e attesta in modo ufficiale che il veicolo è assicurato tramite una polizza RC. In caso di incidente in una nazione straniera, funge da assicurazione di Responsabilità Civile e copre l’assicurato per i danni provocati a terzi o per quelli subiti, purché non sia il guidatore con colpa.

Importantissimo!

Prima di partire è bene verificare che nel paese in cui ci stiamo recando sia necessario tale documento.
Chi non sarà in possesso alla frontiera sarà obbligato a stipulare un’assicurazione auto o moto temporanea per circolare nel paese straniero. Dato che la polizza RC Auto e RC Moto stipulata in Italia è valida già in tutti i Paesi dell’Unione Europea, sarà necessario munirsi di carta verde solo quando ci si recherà in nazioni che non rientrano nella UE.

Ecco l’elenco dei paesi: l’elenco online.