2017, nuove normative per la sicurezza dei bambini

sicurezza dei bambini

Notevoli cambiamenti per la sicurezza dei bambini. Nel 2017 saranno introdotte le nuove normative.

Le normative in vigore, la ECE R44-04 e la R129, subiranno importanti integrazioni e modifiche.

Attualmente i due regolamenti europei vengono applicati contemporaneamente e presentano delle sostanziali differenze, in primis il diverso parametro di catalogazione dei dispostivi: peso per la ECE R44-04 ed altezza del bambino per la R129.

Ecco le maggiori novità di sicurezza:
La normativa R129-02 (alla sua seconda fase) entrerà in vigore nell’estate del 2017. Verranno introdotte importanti novità nelle norme che regolano il trasporto in auto dei bambini, affiancando le altre norme in vigore.
Nella sua prima fase la R129 aveva introdotto l’obbligatorietà del sistema Isofix per i seggiolini fino ai 105 cm di altezza del bambino. Nella seconda fase la normativa si estenderà ai seggiolini auto (dai 100 cm in poi) destinati ai bambini più grandi.

Ecco in sintesi le principali novità:
-Isofix: il sistema Isofix non è obbligatorio, i genitori possono scegliere il sistema di installazione più adatto
-Booster: dopo l’entrata in vigore della legge non sarà più permesso vendere i seggiolini auto senza schienale. Tutti i booster omologati secondo la R129-02 dovranno essere dotati di schienale.
-Obbligatorietà: a seconda del Paese l’obbligatorietà del seggiolino auto sarà fino ai 135 cm o 150 cm di altezza del bambino (in Italia restano confermati i 150 cm).

Normativa ECE R44-04: importanti cambiamenti per i booster

Dal 2017 qualcosa cambierà anche per la R44/04: tutti i bambini con un’altezza inferiore ai 125 cm dovranno obbligatoriamente utilizzare un seggiolino auto dotato di schienale (la normativa sarà in vigore da gennaio 2017).
Incognita da capire sarà, appena verrà ufficializzata la legge, a quale Gruppo di peso di seggiolini auto verrà applicata la nuova norma.
Maggiori normative e attenzioni per attivare una  sicurezza sempre più eccellente. Il messaggio è quello di contrastare le ancora troppe giovani vittime di incidenti stradali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA